venerdì 3 agosto 2012

"Le pillole di Luck_Secret: Ecosostenibilità, questa sconosciuta‏..."

Quello dell'ecosostenibilità è un concetto sviluppato per la prima volta agli inizi degli anni Settanta. Il concetto
è abbastanza semplice: si chiede di sfruttare le risorse naturali del pianeta in modo tale da lasciarne ai posteri
la stessa quantità che si è avuto a disposizione durante il periodo di sfruttamento. Questo procedimento dà, più o meno, tempo per permettere alla risorsa di rigenerarsi autonomamente. E' per questo motivo che si sono sviluppate, o migliorate, nuove tecnologie, come le energie alternative (vedasi fotovoltaico, eolico, geotermico). Il bisogno di scoprire nuovi tipi di energia è nato dal bisogno, negli anni Settanta, di sopperire all'aumento del prezzo del petrolio imposto dai paesi arabi per finanziare la guerra in Palestina; e da allora, a parte le nuove tecnologie, si sono adottate misure per ridurre gli sprechi, per ridurre le emissioni nocive. L'Italia è tra i fanalini di coda in Europa, ponendosi ancora quesiti sulla liceità dell'energia nucleare, mentre i paesi nordici dell'Europa, da anni sfruttano le energie alternative.
Ma, spezzando una lancia a favore, l'Italia ha subìto una notevole progressione grazie agli incentivi statali e agli investimenti sul fotovoltaico.
Purtroppo la Puglia si piazza tra le ultime posizioni in Italia per quanto riguarda l'ecosostenibilità.
 L'utilizzo dei mezzi pubblici è tra i più bassi d'Italia e la raccolta differenziata non si sa nemmeno cosa sia. Dal 2010, Bari ha dato il via all'iniziativa "bike sharing", ha aumentato le ZTL (Zone Traffico Limitato ndr), provvedimenti che hanno  innalzato l'indice della qualità della vita nel capoluogo pugliese.
Gravina, purtroppo, naviga in cattive acque. Ma qualcosa si muove: il centro storico diventerà una ZTL (ma con limiti di orario), ci sono iniziative che mirano a rivalutare il centro storico stesso, associazioni che mirano alla sensibilizzazione del cittadino privato. Il cambiamento parte da ognuno di noi, prima che dalle istituzioni. Quando si smetterà di ridere, o di additare il ciclista di turno, forse il paese conoscerà vita nuova. 
Una curiosità? Nel '97 venne sottoscritto da 169 stati il protocollo di Kyoto, che ha dato vita effettiva ai limiti
sulla deforestazione, alle immissioni nocive e alla sostituzione delle fonti energetiche. Sapete chi non vi ha aderito? Gli Stati Uniti, primi produttori nel mondo di gas ad effetto serra.

Nessun commento:

Posta un commento